instagram
twitter
whatsapp

Newsletter

euroeconomie (10)
euroeconomie2

Stay updated on all the news from euroeconomie.it

[25/05/2024 12:14] Macron to meet German president in first state visit in 24 years[25/05/2024 11:09] G7 finance summit seeking unity on China and Ukraine[21/05/2024 16:43] The EU Council has definitively approved the AI Act: the world's first law on technology[17/05/2024 08:49] Spring 2024 Economic Forecast: A gradual expansion[10/05/2024 07:34] Happy Europe Day 2024[08/05/2024 19:07] Macron press China's Xi on fair trade at Paris summit[24/04/2024 08:13] European Parliament adopts fiscal rules reform[17/04/2024 21:30] Draghi's reports on Eu competitiveness and Letta on the single market will outline the Eu economic debate[16/04/2024 16:54] MEPs approve reforms to the EU electricity market[16/04/2024 16:45] Parliament adopts reform of the EU gas market[15/04/2024 16:23] Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments[11/04/2024 15:12] ECB holds rates at record highs, signals upcoming cut[10/04/2024 22:18] Gentiloni: we need to transform the Recovery and Resilience Facility into a permanent resource[07/04/2024 12:06] EU-US: the sixth ministerial meeting of the Trade and Technology Council[04/04/2024 18:50] L'Europa rigenerata dall'economia civile. Il dibattito promosso da Next a Roma[04/04/2024 15:59] I 75 anni della NATO. Stoltenberg : servono 100 miliardi di dollari per Kiev[02/04/2024 21:22] Al via l'ingresso di Bulgaria e Romania nella area Schengen[25/03/2024 22:13] Lagarde ai leader Ue, 'l'inflazione calerà ancora'[25/03/2024 21:51] La Commissione UE innalzerà i dazi sulle auto elettriche prodotte in Cina importate nell'UE[25/03/2024 17:51] Consiglio europeo di marzo: confronto sulle risorse per accrescere le spese militari[25/03/2024 16:57] Gli scenari dei rapporti economici tra UE e Cina. Intervista all'Avvocato Marazzi[13/03/2024 06:33] Eurogroup: Stability Pact rules to be introduced by 2024[06/03/2024 15:02] Western Balkans: six billion euros from the EU for economic convergence[06/03/2024 06:32] CRSD Directive: the need to insist on an EU production system aligned with virtuous models of sustainable development[02/03/2024 21:43] The economy in the program of Nicolas Schmit, spitzenkandidaten of the PSE[27/02/2024 12:34] Lagarde: politics should take further steps towards European integration[24/02/2024 16:28] Draghi to Ecofin: "huge resources are needed for double transition, defense and our models of social cohesion"[24/02/2024 07:27] Eurogroup: reactions to the French appeal on the Capital Markets Union[24/02/2024 07:14] Eurogroup: Le Maire's appeal for the union of the capital market[19/02/2024 12:54] European Commission: President Von der Leyen applies for a second term[17/02/2024 12:58] Pil 2024, Ue lima stime crescita dell'Eurozona[14/02/2024 22:32] Euroeconomie e la Fondazione Buozzi presentano l'ultimo libro di Marco Buti[12/02/2024 16:25] Nuovo Patto di stabilità, trovato l'accordo tra Consiglio e Parlamento europeo[12/02/2024 15:10] Cipollone: la Bce terrà il passo dell’evoluzione digitale[12/02/2024 14:16] Economia dell'eurozona: l'intervento del Governatore della Banca d’Italia Panetta al 30° Congresso Assiom Forex
euroeconomie4

European Parliament adopts fiscal rules reform

24/04/2024 08:13

Euroeconomie

Euroeconomies, Macros/Scenarios, gentiloni, il nuovo patto di stabilità e crescita europeo, new fiscal rules in europe,

European Parliament adopts fiscal rules reform

L'Eurocamera ha approvato il nuovo Patto di stabilità. Nuove regole in vista per le “finanziarie” del 2025.

MEPs approved a revamp of EU fiscal rules.

The new rules, approved on Tuesday, were provisionally agreed upon between European Parliament and member state negotiators in February.

 

I deputati europei hanno approvato un riassetto delle regole fiscali dell'UE. Le nuove regole, approvate martedì, ricalcano quelle provvisoriamente concordate a febbraio tra il Parlamento europeo e i negoziatori degli Stati membri

L'Eurocamera ha approvato a Strasburgo il nuovo Patto di stabilità

La direttiva per la nuova governance economica dell'Europa è stata approvata con 359 voti favorevoli, 166 contrari e 61 astensioni. I presenti in Aula a Strasburgo erano 586. Le nuove regole di bilancio, concordate in via preliminare con il Consiglio, entrano in vigore da quest’anno per la preparazione delle “finanziarie” del 2025. Ora al Consiglio non resta che adottare la riforma del patto di stabilità in via formale. 

Poco prima l'Aula aveva approvato il cosiddetto braccio preventivo della nuova norma (367 sì, 161contrari e 69 astensioni) e il braccio correttivo, con 368 voti contrari, 166 contrari e 64 astensioni.  

La riforma del Patto di stabilità passerà ora al Consiglio Agricoltura di lunedì 29 aprile per il via libera definitivo.

"Siamo usciti da quattro anni straordinari per l'economia dell'Ue", ha dichiarato il commissario all'Economia Paolo Gentiloni. "Durante tutto questo periodo è stata applicata la clausola di salvaguardia generale che ha sospeso il vecchio Patto dando agli Stati membri il margine di manovra di cui avevano bisogno per rispondere a questi shock”, ha spiegato Gentiloni. ”Ora abbiamo voltato pagina su quella fase e siamo pronti ad aprire un nuovo capitolo per la governance economica nell'Ue, un capitolo che, sono convinto, ci consentirà di affrontare le nostre sfide attuali e future con rinnovata fiducia", ha detto il commissario all'Economia  dopo l'approvazione delle nuove regole fiscali Ue.

 

Il nuovo Patto, in sintesi

Sono previsti piani di riduzione nazionali in 4 anni che possono essere estesi a 7 in cambio di riforme e investimenti per i  Paesi Ue con un debito pubblico superiore al 60% del Pil. La spesa primaria netta (la spesa pubblica esclusa la spesa per interessi, la spesa ciclica per la disoccupazione, le spese finanziate da sovvenzioni Ue) sarà il parametro di riferimento. La Commissione pubblicherà una “traiettoria di riferimento” specifica per Paese (entro il 21 giugno) per quegli Stati Ue con un disavanzo superiore al 3% del Pil o un debito pubblico superiore al 60% del Pil. in modo da fornirà gli obiettivi di aggiustamento dei conti pubblici a medio termine per preparare i piani e garantire che il debito sia in un prudenziale percorso di riduzione.

Il debito dovrà ridursi dell’1% annuo se il Paese interessato supera il 90% del Pil; deficit all’1,5% nei periodi di crescita. I Paesi indebitati tuttavia hanno una certa flessibilità per gli anni 2025, 2026 e 2027 legata agli investimenti in digitale, green e difesa oltre che per eventuali maggiore spesa per interessi: la Commissione, per non compromettere gli effetti positivi del Pnrr, ne terrà conto nelle procedure per deficit eccessivo quando definirà il parametro di riduzione annua. Inoltre nella spesa primaria netta non è previsto alcun tetto per lo scorporo e non sarà considerato il cofinanziamento nazionale di progetti finanziati con fondi di coesione.

 

staff @euroeconomie.it


instagram
twitter
whatsapp

@2021-2023 EUROECONOMIES

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder