instagram
twitter
whatsapp

Newsletter

euroeconomie (10)
euroeconomie2

Stay updated on all the news from euroeconomie.it

[14/06/2024 07:38] EU to impose additional tariffs of up to 38% on Chinese EVs[07/06/2024 17:24] ECB cuts key rate by quarter point[25/05/2024 12:14] Macron to meet German president in first state visit in 24 years[25/05/2024 11:09] G7 finance summit seeking unity on China and Ukraine[21/05/2024 16:43] The EU Council has definitively approved the AI Act: the world's first law on technology[17/05/2024 08:49] Spring 2024 Economic Forecast: A gradual expansion[10/05/2024 07:34] Happy Europe Day 2024[08/05/2024 19:07] Macron press China's Xi on fair trade at Paris summit[24/04/2024 08:13] European Parliament adopts fiscal rules reform[17/04/2024 21:30] Draghi's reports on Eu competitiveness and Letta on the single market will outline the Eu economic debate[16/04/2024 16:54] MEPs approve reforms to the EU electricity market[16/04/2024 16:45] Parliament adopts reform of the EU gas market[15/04/2024 16:23] Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments[11/04/2024 15:12] ECB holds rates at record highs, signals upcoming cut[10/04/2024 22:18] Gentiloni: we need to transform the Recovery and Resilience Facility into a permanent resource[07/04/2024 12:06] EU-US: the sixth ministerial meeting of the Trade and Technology Council[04/04/2024 18:50] L'Europa rigenerata dall'economia civile. Il dibattito promosso da Next a Roma[04/04/2024 15:59] I 75 anni della NATO. Stoltenberg : servono 100 miliardi di dollari per Kiev[02/04/2024 21:22] Al via l'ingresso di Bulgaria e Romania nella area Schengen[25/03/2024 22:13] Lagarde ai leader Ue, 'l'inflazione calerà ancora'[25/03/2024 21:51] La Commissione UE innalzerà i dazi sulle auto elettriche prodotte in Cina importate nell'UE[25/03/2024 17:51] Consiglio europeo di marzo: confronto sulle risorse per accrescere le spese militari[25/03/2024 16:57] Gli scenari dei rapporti economici tra UE e Cina. Intervista all'Avvocato Marazzi[13/03/2024 06:33] Eurogroup: Stability Pact rules to be introduced by 2024[06/03/2024 15:02] Western Balkans: six billion euros from the EU for economic convergence[06/03/2024 06:32] CRSD Directive: the need to insist on an EU production system aligned with virtuous models of sustainable development[02/03/2024 21:43] The economy in the program of Nicolas Schmit, spitzenkandidaten of the PSE[27/02/2024 12:34] Lagarde: politics should take further steps towards European integration[24/02/2024 16:28] Draghi to Ecofin: "huge resources are needed for double transition, defense and our models of social cohesion"[24/02/2024 07:27] Eurogroup: reactions to the French appeal on the Capital Markets Union[24/02/2024 07:14] Eurogroup: Le Maire's appeal for the union of the capital market[19/02/2024 12:54] European Commission: President Von der Leyen applies for a second term[17/02/2024 12:58] Pil 2024, Ue lima stime crescita dell'Eurozona[14/02/2024 22:32] Euroeconomie e la Fondazione Buozzi presentano l'ultimo libro di Marco Buti[12/02/2024 16:25] Nuovo Patto di stabilità, trovato l'accordo tra Consiglio e Parlamento europeo
euroeconomie4

Sicurezza e salute nei sistemi organizzativi europei

03/08/2023 12:41

Euroeconomie

Euroeconomies, Macros/Scenarios, euroeconomie, euroeconomia, lavoro, sistemi organizzativi europei, Gianni Marchetto, Stefania Pinci, sicurezza, sicurezza sul lavoro, salute e lavoro,

Sicurezza e salute nei sistemi organizzativi europei

Conversazione con l'esperto Gianni Marchetto. A cura di Alessandro Mauriello.

Recentemente le tre maggiori sigle sindacali in Italia hanno presentato insieme alle Fondazioni Buozzi e D’Antona e, con l'Ispettorato nazionale del Lavoro un testo importante sul tema Salute e Sicurezza, detto Il Patto per il lavoro su Salute e e Sicurezza.
Un Patto che guarda alle grandi trasformazioni del lavoro e ai sistemi complessi del sistema Italia e dei sistemi industriali europei. Ne parliamo con Gianni Marchetto, esperto di salute e sicurezza sul lavoro, già dirigente sindacale, presidente Associazione di esperienze e mappe grezze.

a cura di Alessandro Mauriello per @euroeconomie.it

 

Come si sta trasformando il lavoro nei sistemi industriali europei?
Iniziamo con il dire che si dispone di una importante letteratura europea e anglo-americana sui temi da lei richiamati, principalmente però per il Vecchio Continente inizia tutto nel 2000 in Germania con il programma Industry 4.0.
In particolare il Piano industriale del governo del 2011 dotava il sistema economico tedesco di investimenti per infrastrutture, scuole, sistemi energetici, enti di ricerca e aziende che avrebbero ammodernato il sistema produttivo di quel Paese, e rimesso al centro dell'agenda politico-economica la manifattura, con focus sulla competitività globale, inaugurando quella che sarà poi denominata Quarta Rivoluzione industriale.
Dopo le fasi del Taylorismo, vi sarà in quegli anni una integrazione tra le nuove tecnologie dei processi produttivi e un raccordo denso con una innovativa struttura dei servizi alle imprese, con enfasi sui sistemi informatici, avviando la cosiddetta Smart Factory che si compone di tre parti:
1) la smart production, cioè nuove tecnologie produttive che creano cooperazione tra operatore, macchine e strumenti;
2) la smart service, cioè le infrastrutture informatiche che servono a integrare il sistema delle aziende, le strutture esterne e la completa filiera produttiva;
3) la smart energy, cioè la creazione di sistemi che implementano consumi e sviluppo sostenibile.


Quali sono stati gli effetti sull'occupazione di questa trasformazione ?
Guardi intanto possiamo dire che tale strategia verrà adottata negli anni, anche da altri paesi europei, come la Francia, e dal nostro Paese che ha un sistema industriale molto simile a quello tedesco in termini di manifattura, composto da Pmi e micro-imprese, insomma il modello italiano descritto dai grandi sociologi del lavoro ed economisti, come Giorgo Fuà, Giacomo Beccattini, Arnaldo Bagnasco.
Da una ricerca del WEF chiamata, The Future of Jobs and Skills a suo tempo presentata presso il Word Economic Forum si evince un modello descrittivo in cui, i fattori tecnologici e demografici causeranno effetti trasformativi importanti nell'evoluzione del lavoro:
nel rapporto di ricerca proiettato fino al 2020, era prevista la creazione di 2 milioni di posti di lavoro, ma accompagnata da una perdita di 7 milioni e un saldo negativo di 5 milioni di posti persi.
Tutto questo sta modificando non solo l'organizzazione del lavoro nei sistemi complessi, ma anche la formazione relativa al tema dirimente di Salute e Sicurezza, in cui la "partecipazione cognitiva" (L. Tronti) degli operatori diviene fondamentale per l'organizzazione dei processi lavorativi che stanno cambiando in termini di rischi e prevenzione sanitaria e sicurezza nei luoghi di lavoro.
 

Per rendere concreto tutto questo come si dovrebbe operare?
In questo contesto ha fatto scuola il lavoro e l'impegno di una figura carismatica come quella di Ivar Oddone, precursore della medicina del lavoro collegata agli studi sulla produttività, un percorso che è servito a formare generazioni di dirigenti sindacali italiani.
All'interno di questi temi ed esperienze è necessario oggi ripartire con un cambio di paradigma, che includa e ripensi la "carriera dell'operaio" alla luce delle innovazioni produttive e delle competenze richieste.
E' ormai inovviabile, bisogna creare e le condizioni per una riappropriazione tecnico scientifica del discorso sul lavoro che deve trasformarsi, rendendo i processi del lavoro, in un vero e funzionale sistema pensante, attrattivo in termini di condivisione e cooperazione organizzativa.
Da ultimo anche il cambiamento climatico sta incidendo sulle condizioni di sicurezza sanitaria dei lavoratori delle filiere agricole, dell'edilizia e dei cantieri, il caldo asfissiante senza misure di protezione sottopone i lavoratori di questi settori a stress pericolosi per il fisico, causando malori anche di livello mortale. E' necessario e urgente lavorare su questo tema per rendere più sostenibili e sicure le condizioni del lavoro di queste persone.


instagram
twitter
whatsapp

@2021-2023 EUROECONOMIES

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder