instagram
twitter
whatsapp

Newsletter

euroeconomie (10)
euroeconomie2

Rimani aggiornato su tutte le news di euroeconomie.it

[07/02/2023 14:09] La Bce alza i tassi di 50 punti. Pronto un altro aumento di mezzo punto anche a marzo Euroeconomie [02/02/2023 16:31] Il 38° meeting della European Economic Association si terrà a Barcellona a fine agosto 2023 Euroeconomie [02/02/2023 15:24] Ci lascia Luigi Pasinetti, economista di fama mondiale Euroeconomie [30/01/2023 15:10] La transizione possibile. Policies energetiche ed ecologiche della Regione Lazio. Conversazione con l'assessore Valeriani Euroeconomie [18/01/2023 14:46] Von der Leyen a Davos : risposta UE all'Inflation Reduction Act degli USA Euroeconomie [18/01/2023 13:39] Il nuovo vicepresidente del Parlamento europeo è Marc Angel Euroeconomie [12/01/2023 12:25] Bce, piorità alla lotta all'inflazione con meno recessione possibile Euroeconomie [11/01/2023 14:23] Prima riunione della piattaforma Ue per la migrazione dei lavoratori Euroeconomie [09/01/2023 13:49] Eurozona, Tasso disoccupazione in novembre a +6,5% Euroeconomie [27/12/2022 12:52] Buone Feste ! Euroeconomie [20/12/2022 12:12] Gas: dal 15 febbraio price-cap Ue a 189 euro a megawattora Euroeconomie [15/12/2022 16:55] L'ultimo Consiglio europeo del 2022 Euroeconomie [15/12/2022 15:24] Bce come la Fed: i tassi dell'eurozona rialzati di 50 punti base Euroeconomie [15/12/2022 15:10] Germania: nel 2023 maxi-emissione di titoli federali per 539 miliardi di euro Euroeconomie [15/12/2022 14:09] La Fed rallenta il rialzo dei tassi. Ora tocca alla Bce Euroeconomie [14/12/2022 15:01] Il Qatargate scuote il Parlamento europeo. Arrestata la vicepresidente Kaili Euroeconomie [14/12/2022 12:49] Gas: nell'Ue ancora in cerca di un accordo sul price cap Euroeconomie [07/12/2022 14:49] Stallo all'Ecofin su fondi all'Ucraina, price cap e minimum tax Euroeconomie [05/12/2022 19:15] L'Eurogruppo di dicembre valuta bilanci e manovre degli Stati membri Euroeconomie [05/12/2022 18:15] Gaetano Sateriale si unisce al Board di Euroeconomie Euroeconomie [01/12/2022 15:12] Proposta della Commissione: congelare 7,5 miliardi all'Ungheria se continua a violare lo Stato di diritto Euroeconomie [28/11/2022 19:23] Lagarde: l'inflazione nell'eurozona non ha ancora raggiunto l'apice Euroeconomie [24/11/2022 17:51] Francia e Germania: sussidi all'industria Usa svantaggiano automotive europeo Euroeconomie [24/11/2022 15:13] Gas, price cap: Commissione propone 275 euro a megawattora. Il Consiglio rinvia la decisione Euroeconomie [22/11/2022 12:02] Un europeo, l'italiano Luca Visentini, alla guida di ITUC, la confederazione sindacale mondiale Euroeconomie [14/11/2022 15:01] Stato, imprese e risorse pubbliche: il caso italiano. Intervista a Carlo Clericetti Euroeconomie [14/11/2022 13:14] Le previsioni economiche d'autunno della Commissione europea Euroeconomie [14/11/2022 12:54] Patto di Stabilità, la Commissione europea propone le nuove regole Euroeconomie [14/11/2022 12:35] Il rapporto capitale/debito, le disuguaglianze e i rischi di deterioramento delle democrazie Euroeconomie [09/11/2022 12:53] Ecofin : preoccupazione sull'Inflation Reduction Act Usa. Approvate le regole su Basilea 3 Euroeconomie [07/11/2022 14:21] Il protagonismo europeo delle imprese cooperative: intervista al professor Menzani sul caso italiano Euroeconomie [28/10/2022 11:56] Bce alza i tassi di interesse di 75 punti base Euroeconomie [25/10/2022 13:24] Rishi Sunak è il nuovo Primo Ministro del Regno Unito Euroeconomie [21/10/2022 15:40] Consiglio europeo : accordo su un pacchetto di interventi per contrastare la crisi energetica Euroeconomie [21/10/2022 12:12] Regno Unito: aperta la successione a Liz Truss, premier dimissionaria Euroeconomie
euroeconomie4

Inflazione e politiche Bce rianimano la contrapposizione tra rigoristi ed espansivi nell'Ue

20/11/2021 17:37

Euroeconomie

Euroeconomie, economia europea , euroeconomie, Bce, #Lagarde, bundesbank, euro, economia, Weidmann,

Inflazione e politiche Bce rianimano la contrapposizione tra rigoristi ed espansivi nell'Ue

Lagarde e Weidmann hanno idee diverse su come la Bce debba accompagnare la ripresa europea post-Covid-19

I governi dei Paesi europei alle prese con politiche economiche espansive hanno trovato nella Banca centrale europea e nella Commissione due solidi alleati. La Bce si è dimostrata in grado di proteggere gli Stati membri da rischi sul debito emesso così come l'esecutivo di Bruxelles, forte dell’intesa franco-tedesca, ha messo in campo quel NextGenrationEu a ragione considerato nell'Unione un provvidenziale new deal scacciacrisi. 

Le misure previste hanno prodotto due principali effetti.  Il primo è un diffuso recupero del percorso di crescita 'economica dopo i due semestri iper-recessivi causati dalla pandemia da Covid-19. Il secondo è una inevitabile risalita dell'inflazione, giunta ad ottobre nell’eurozona al 4,1% su base annua .  

In questo quadro, ha sostanzialmente taciuto, per almeno tre semestri, il nutrito fronte di politici, economisti e banchieri centrali che avevano sostenuto, negli anni dieci del nuovo secolo, la necessità di non derogare alla disciplina di bilancio pubblico. tenendo gli indicatori economici primari dell'Unione negli argini parametrici rigidi del Trattato di Maastricht. Una scuola di pensiero, prevalente nella Germania guidata  da Angela Merkel e che ha ispirato nelle politiche pubbliche diversi governi europei, in particolare nordici, manifestamente a disagio nell’estate del 2020 con il ricorso a debito comune europeo per il varo del NextGenerationEu della Commissione.

Inflazione e prolungamento delle politiche accomodanti della Bce, hanno ridato vigore  alle posizioni del Presidente della Bundesbank Weidmann. Dimissionario da ottobre, Weidmann è stato notoriamente custode della tradizione di rigorismo economico espressa da decenni in Europa dalla Banca centrale tedesca. In questi mesi che precedono la successione alla Bundesbank, prevista per gennaio 2022, Weidmann ha criticato a più riprese la politica monetaria europea ritenendola da troppo tempo accomodante, fondata com’è su tassi a livello zero e un massiccio piano di acquisti di debito pubblico, il Pepp, dei Paesi membri. Weidmann si è inoltre dichiarato scettico sulle previsioni della Bce di decrescita dell’inflazione nel 2022, ritenendo invece che l’aumento dei prezzi nell’eurozona potrebbe impiegare più tempo per ridursi.

Della strategia adottata, sia ufficialmente che agli eventi ai quali ha partecipato ha parlato direttamente la presidente della Bce Lagarde, non ultimo, al Congresso europeo sulle banche di Francoforte, con un intervento teso a ribadire che "la Bce non deve affrettarsi a lanciare una stretta prematura" di politica monetaria aggiungendo che  "E' molto improbabile che le condizioni per alzare i tassi vengano soddisfatte l'anno prossimo". Una replica indiretta, secondo molti commenti sui media, ai mugugni dell'ortodossia monetarista in Germania, ormai prossima ad essere governata da un leader socialdemocratico a seguito delle elezioni politiche in cui la cdu-Csu senza la Merkel ha perso sia il primato che la possibilità di guidare la nuova fase dopo il ritiro della cancelliera.. 

Sarà in occasione delle decisioni istituzionali da assumere riguardo le modalità e  tempi  del ripristino del Patto di stabilità e crescita europeo, sospeso da mesi, che il fronte rigorista e quello espansivo dovranno  trovare la quadra, considerando che il rimbalzo di crescita  del secondo semestre del 2021 e del primo del 2022, potrebbe rientrare nel semestre successivo dando vita ad una fase di assestamento che non risparmierà problemi di coordinamento nei prossimi Consigli europei.


instagram
twitter
whatsapp

@2021-2022 EUROECONOMIE

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder