instagram
twitter
whatsapp

Newsletter

euroeconomie (10)
euroeconomie2

Stay updated on all the news from euroeconomie.it

[17/04/2024 21:30] Draghi's reports on Eu competitiveness and Letta on the single market will outline the Eu economic debate[16/04/2024 16:54] MEPs approve reforms to the EU electricity market[16/04/2024 16:45] Parliament adopts reform of the EU gas market[15/04/2024 16:23] Ecofin, Gentiloni: The debt will fall, do not reduce public investments[11/04/2024 15:12] ECB holds rates at record highs, signals upcoming cut[10/04/2024 22:18] Gentiloni: we need to transform the Recovery and Resilience Facility into a permanent resource[07/04/2024 12:06] EU-US: the sixth ministerial meeting of the Trade and Technology Council[04/04/2024 18:50] L'Europa rigenerata dall'economia civile. Il dibattito promosso da Next a Roma[04/04/2024 15:59] I 75 anni della NATO. Stoltenberg : servono 100 miliardi di dollari per Kiev[02/04/2024 21:22] Al via l'ingresso di Bulgaria e Romania nella area Schengen[25/03/2024 22:13] Lagarde ai leader Ue, 'l'inflazione calerà ancora'[25/03/2024 21:51] La Commissione UE innalzerà i dazi sulle auto elettriche prodotte in Cina importate nell'UE[25/03/2024 17:51] Consiglio europeo di marzo: confronto sulle risorse per accrescere le spese militari[25/03/2024 16:57] Gli scenari dei rapporti economici tra UE e Cina. Intervista all'Avvocato Marazzi[13/03/2024 06:33] Eurogroup: Stability Pact rules to be introduced by 2024[06/03/2024 15:02] Western Balkans: six billion euros from the EU for economic convergence[06/03/2024 06:32] CRSD Directive: the need to insist on an EU production system aligned with virtuous models of sustainable development[02/03/2024 21:43] The economy in the program of Nicolas Schmit, spitzenkandidaten of the PSE[27/02/2024 12:34] Lagarde: politics should take further steps towards European integration[24/02/2024 16:28] Draghi to Ecofin: "huge resources are needed for double transition, defense and our models of social cohesion"[24/02/2024 07:27] Eurogroup: reactions to the French appeal on the Capital Markets Union[24/02/2024 07:14] Eurogroup: Le Maire's appeal for the union of the capital market[19/02/2024 12:54] European Commission: President Von der Leyen applies for a second term[17/02/2024 12:58] Pil 2024, Ue lima stime crescita dell'Eurozona[14/02/2024 22:32] Euroeconomie e la Fondazione Buozzi presentano l'ultimo libro di Marco Buti[12/02/2024 16:25] Nuovo Patto di stabilità, trovato l'accordo tra Consiglio e Parlamento europeo[12/02/2024 15:10] Cipollone: la Bce terrà il passo dell’evoluzione digitale[12/02/2024 14:16] Economia dell'eurozona: l'intervento del Governatore della Banca d’Italia Panetta al 30° Congresso Assiom Forex[10/02/2024 22:12] Al via l'ultimo trilogo tra Parlamento,Consiglio e Commissione sul Patto di stabilità[10/02/2024 13:18] Gentiloni a Washington discute di economia con Yellen e Powell. In visita anche a Brookings e in conferenza ad Harvard[06/02/2024 19:05] Torna in Europa la presidenza del G7. L'Italia sotto i riflettori dei grandi del mondo[06/02/2024 18:19] Attal incontra Scholz. Industria, energia, commercio e difesa al centro del bilaterale franco-tedesco[02/02/2024 15:04] Protesta a Bruxelles degli agricoltori europei. La transizione ecologica è però la soluzione non il problema[02/02/2024 13:25] 50 miliardi in quattro anni all'Ucraina. Decisione unanime al Consiglio europeo straordinario[30/01/2024 17:52] Eurozona: il Pil crescerà dello 0,9% nel 2024 secondo il Fondo monetario
euroeconomie4

Eurogruppo: più crescita e finanze sane ma i salari devono tenere il passo

14/02/2023 15:32

Euroeconomie

Euroeconomies, Paolo Gentiloni, Commissione europea, euroeconomie, inflazione, eurozona, Germania, Italia, Bruno Le Maire, eurogruppo, crescita, Christian Lindner, lavoro, Valdis Dombrovskis,, ministri economici, Pascal Donohoe, Giancarlo Giorgetti, Sigrid Kaag, Franxcia, lunedi 13 febbraio 2023,

Eurogruppo: più crescita e finanze sane ma i salari devono tenere il passo

di Antonio De Chiara

Lunedi 13 febbraio si è tenuto a Bruxelles l'Eurogruppo di febbraio. Al termine delle riunione dei ministri finanziari dell'eurozona il presidente del consesso europeo Pascal Donohoe ha tracciato una sintesi della congiuntura economica in divenire.

'I prezzi dell'energia sono calati in misura significativa, ma le previsioni di crescita piu' pessimistiche non si sono materializzati. Ciononostante restano dei rischi e i prezzi restano a un alto livello, rischi che dobbiamo monitorare da vicino, non c'e' spazio per compiacimenti'.

A suon di dichiarazioni si è compreso all'Eurogruppo, che nel corso dei due semestri (il primo a presidenza svedese e il secondo a guida spagnola) del 2023, si delineeranno schieramenti opposti su questioni dirimenti riguardo i provvedimenti da adottare o meno nel quadro delle complesse relazioni economiche interne all'Unione.

 

Le sfide sul fronte del lavoro

L'eurogruppo ha dato l'opportunità al Commissario agli Affari economici Paolo Gentiloni di rimarcare che la sfida del lavoro è ancora da vincere anche se il livello della disoccupazione nella Ue e' ai minimi storici: 'la prima sfida riguarda l'inflazione e l'erosione del potere d'acquisto, in un contesto in cui la crescita salariale deve rimanere coerente con l'obiettivo di far fronte all'elevata inflazione. I salari sono aumentati ma non hanno tenuto il passo con l'inflazione nel 2022'. La seconda sfida riguarda le trasformazioni strutturali che interessano i nostri mercati del lavoro: le transizioni digitale e verde, il cambiamento demografico, nonche' l'adeguamento in corso sulla scia della crisi energetica. 'Questi ci impongono di intensificare i nostri investimenti e le riforme per migliorare le competenze dei lavoratori'.

 

La riforma del Patto di Stabilità

La Commissione europea farà la propria proposta legislativa sulla riforma del Patto di stabilità dell'Ue, sospeso da tre anni, dopo il Consiglio europeo del 23-24 marzo, ha detto il vice presidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis arrivando all'Eurogruppo.

Nel dibattito, Dombrovskis "spera di vedere emergere un certo consenso, e poi la riforma sarà completata in base a quanto velocemente i co-legislatori ci lavorano". La Commissione ha comunicato a novembre una prima proposta di revisione della governance economica con una comunicazione.

In mattinata il Commissario Gentiloni, facendo sponda a Dombrovskis,  aveva rimarcato che i progressi compiuti nel riconoscere la "necessità di avere un percorso più graduale di riduzione del debito, combinato con investimenti e riforme che favoriscano la crescita, per avere un debito sostenibile in futuro" e quindi sulla necessità di mantenere un "approccio a medio termine al nostro percorso di sostenibilità". Secondo Gentiloni è utile "continuare a discutere la relazione tra l'approccio basato sui piani nazionali, che è importante anche per l'applicazione delle regole, e la necessità di un approccio a medio termine, l'applicazione delle norme e la necessità di un quadro comune perché non possiamo avere piani nazionali decisi senza un quadro comune".

Secondo Bruno Le Maire, ministro dell'economia francese, è necessario definiamo nuove regole nei prossimi mesi. Regole che dovrebbero consentire di trovare nell'eurozona un buon equilibrio tra il ritorno a finanze pubbliche sane e la necessità di investire nell'industria carbon-free e nella lotta al cambiamento climatico. È questo equilibrio che va trovato, secondo la Francia, con regole che devono essere efficaci, adeguate e, ovviamente, che devono essere oggetto di consenso tra tutti gli Stati dell'Unione Europea.

In direzione di una proroga della clausola di sospensione del Patto di Stabilità si è espresso il ministro dell'economia italiano Giancarlo Giorgetti, ritenendo necessario non tornare fra pochi mesi ad un rigido sistema di procedure per deficit eccessivo.

Di ben altro tono erano state, prima delle riunione, le dichiarazioni dei ministri di Germania e Olanda.

l ministro delle Finanze tedesco Christian Lindner arrivando al meeting di Bruxelles ha detto. "E' nostra responsabilità per le giovani generazioni avere di nuovo finanze pubbliche sostenibili", aggiungendo che "per la Germania è essenziale tornare al più presto a finanze pubbliche sane e sostenibili". Qualche spiraglio pur emerge: "siamo aperti a una maggiore flessibilità in una prospettiva di medio termine ma abbiamo bisogno di un percorso affidabile di riduzione dei disavanzi all'interno dell'Unione europea".

Più rigida la posizione olandese. In una dichiarazione della ministra delle finanze Sigrid Kaag ha precisato: nella riforma del patto di stabilita' devono esserci regole 'per un percorso di riduzione del debito misurabile con una matrice e criteri trasparenti, deve esserci una supervisione e un sistema di sanzioni se i paesi deviano dalla loro traiettoria, occorre spazio sia per investimenti e riforme in equilibrio con la riduzione del debito: tutti questi elementi sono egualmente importanti per noi'. In aggiunta la ministra olandese si e' pronunciata contro qualsiasi 'opportunita' di estendere la 'clausola' di sospensione del Patto di stabilità e crescita Ue, oltre il 2023.

Antonio De Chiara @euroeconomie.it

 


instagram
twitter
whatsapp

@2021-2023 EUROECONOMIES

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder